Archivio Mensile: Maggio, 2012

NINNOLO

Re padrone reclama il suo gioco, compra dignità a minuti, pagando a peso di carne. Oggetto, tra le mani, da affogare nel fango, non sente dolore se lo brucia, lo soffoca nei suoi… Continua a leggere

TORCIA UMANA

Fiamme della disperazione divampano nell’odore di benzina avvolgendo l’azione dimostrativa di un corpo contorto dal dolore. Acre fumo nero, nella nuvola densa e polverosa tra la fuliggine dell’esistenza, alimenta il vento, il moto… Continua a leggere

19

L’amore è un macigno quando esce dalle labbra di chi non si ama più.

LIBERTA’

Alito leggero di vita, voli alta nei cieli dell’infinito universo a sfiorar della luna, l’abito terso, cercando degno palco della ribalta. Come velina dai mille orizzonti, invisibile ad occhi indegni, di chi misconosce… Continua a leggere

CONTRO OGNI POTERE 1812

Cinque colpi di cannone, spirito passionale del popolo rivoluzionario: suona la caduta di ogni tirannia, abbatte ogni ingiustizia calpesta il vessillo del sopruso si sgretolano i muri del potere, cascano i troni dei… Continua a leggere

RICORDI IN NERO DI SEPPIA

Vite polverose e lontane su carta ruvida sgranata incoronate come francobolli su lettere per la memoria. Tagliano l’oblio del tempo e tutto diventa presente, vite intere di vissuti schiariti, dal ricordo di uno… Continua a leggere

MATTINA D’OTTOBRE

Una sedia, la casa vuota, riparo dal prematuro freddo d’ottobre tra campi arati e il prato antistante. Passeri evitano agguati di un grosso gatto rosso. Altre case lontane, schiarite da un flebile sole… Continua a leggere

18

Non esiste luogo in cui poter urlare senza essere sentito

17

La poesia va sussurrata nell’orecchio di chi ascolta.

DIFFUSIONE

Il buio elegante sospeso tra i rossi velluti nell’oro splendente dei ricordi. Incavi d’ombra rocciosa come radici oscure tra mura friabili seguono ragnatele venose, occluse di polvere e sporcizia, conducendo ovunque il nero… Continua a leggere

  • Visualizzazioni

    • 2.005