{PASSAGGI [DI PERSONA(LITA’)]}

Arco di mattoni cotti al sole

dal sapore aspro e cupo.

Si erge a soglia di un altrove,

passaggio a nuove dimensioni.

Nelle mutevoli forme del respiro

tra prati e girasoli splendenti,

immobile davanti all’antro ignoto.

Un solo passo dall’abisso

e dall’uscio trasparente.

Oltre il quale attende la vischiosa

tenebra della malinconia.