OMBRA

Arduo dell’ombra

cogliere la sostanza,

mentre sfiora i fili d’erba

dall’alpino.

Il braccio alzato,

meridiano sulla roccia,

la luce esclude e diviene concreto.

Priva di vita propria,

legata a fili di seta,

come marionetta dell’essere.

Tangibile ed inespressiva,

una sbiadita caricatura,

di un mondo di colori

che nulla ha di migliore

che non sia il libero arbitrio.